Come ritornerà ?

 

 " Questo Gesù ... ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in Cielo "                                                                               Atti 1:11

                                                                                                                                                                                         

 

Queste furono  parole che i due angeli, mandati da Dio poco dopo la sua ascensione, rivolsero ai discepoli di Gesù, che ancora sbigottiti per quando era successo, guardavano attoniti al cielo. Erano parole di speranza ma anche di richiamo alla responsabilità, per quanto riguardava la missione che Gesù aveva dato loro da compiere. C’è una sola differenza: Gesù quando partì solo poche persone erano presenti, quando invece ritornerà ci saranno miriadi e miriadi di persone ad accoglierlo festanti. (Matteo 25:31). Il suo ritorno non sarà silenzioso ma udibile , visibile e tangibile.

La sua seconda venuta sarà in netto contrasto con la sua prima venuta.  Per circa trent’anni Gesù ebbe una esistenza apparentemente normale e simile a qualsiasi altra persona del suo tempo. Nacque in modo abbastanza umile e misero, visse in una famiglia non ricca, imparò a lavorare nella bottega del suo “padre” terreno, fece tutto tranne che peccare. Egli venne e visse in un modo così umile per dare un esempio di vita da seguire e per poter simpatizzare anche il più derelitto degli uomini, in modo da non poter essere accusato da nessuno (Filippesi 2:5-11).

La sua seconda venuta non potrebbe essere più differente: non più come un bambino indifeso, ma come un uomo maturo; non con una singola stella nel cielo, ma con una luce sfolgorante dall’ est all’ ovest (Matteo 24:27); non in debolezza, ma in potenza; non in umiltà, ma in gloria; non in mansuetudine ma in maestà e potenza. Istantaneamente tutti si renderanno conto che è venuto e tutti lo riconosceranno e sapranno chi Egli è; sarà l’evento più noto e più pubblicizzato della storia ! Gesù sta venendo come re e vincitore, sta venendo per salvare il suo popolo. Sta venendo come realmente Egli è; l’ultima volta l’hanno visto crocifisso, adesso lo vedranno coronato. Alla fine ogni ginocchio si piegherà e “ogni lingua confesserà che Gesù Cristo è il Signore alla gloria del Padre”.

(Filippesi 2:-10-11).