“Sentinella, a che punto è la notte? “

 

Cari amici, la figura della sentinella che vigila nella notte, è quella che è più  rappresentativa del ruolo che un cristiano ha in questo mondo.

A questa domanda, noi cercheremo, con laiuto di Dio e il supporto della Bibbia, di dare una risposta veritiera. Le tenebre e la notte, nel linguaggio divino, hanno sempre simboleggiato una situazione spirituale negativa e malvagia, al contrario invece, il giorno e la luce sono state l’emblema del bene è della giustizia. Il regno, le attività di Satana e degli uomini ribelli e peccatori, la Bibbia le chiama: “Il regno delle tenebre”. La Bibbia ci indica chiaramente che il tempo storico che stiamo vivendo, rappresenta la “ notte spirituale dei tempi”. Quello che sta succedendo nel mondo in questi ultimi tempi, ce ne da’ purtroppo la conferma. La notte però, anche se può essere più o meno lunga e buia, ha una sua durata limitata, e in tutti i modi deve dare spazio all’alba di un nuovo giorno di luce.

La stessa cosa accadrà a questo nostro mondo, un alba nuova darà il benvenuto ad un regno di pace e di giustizia mai conosciuto fino ad ora da essere umano. Gesù Cristo sarà Colui che darà inizio a questo nuovo giorno glorioso, ritornando sulla terra, da dove e nello stesso modo in cui, circa duemila anni fa, ascese al Cielo. La domanda: “ Sentinella, a che punto è la notte?“ equivale a dire: “ Quanto tempo manca  ancora per il Suo beato ritorno?

Gesù stesso, quando i Suoi discepoli gli chiesero quando questo sarebbe successo, invitò loro, e di conseguenza anche noi, ad essere vigilanti e a discernere i tempi. La Bibbia è ci fornisce molti segni e profezie al riguardo, per questo motivo noi, insieme a voi ci accingiamo ad investigare le scritture affinché possiamo essere pronti per questo straordinario evento.